Lettera di Padre Hugo in ricordo di Uccio Ricciuti

Kimbondo, 7 aprile 2019

Caro Uccio, sono passati più di venti anni da quando ci siamo conosciuti e insieme a Patrizia e al gruppo di “Un Mondo di Amici”

siete venuti qui alla nostra pediatria e avete fatto di questo luogo una famiglia, una relazione profonda con voi tutti, dove tu sei stato la guida del gruppo. Un gruppo che nel tempo è cresciuto, è cambiato ma che ha mantenuto sempre questa forma di amore che è diventato un tutt’uno con la Pediatria.

Oggi con una grande tristezza ho saputo che… io non so che dirti…scusami Uccio ma mi mancano le parole… io ti ho voluto bene, ho voluto bene a te e a tutta la tua famiglia… tu sei stato qui anche con la tua famiglia … mi hai confidato le tue ansie, le tue preoccupazioni… e poi il Signore ti ha fatto dono dei tuoi nipotini, e ti ha dato questo Amore e si è mostrato nel tuo Cammino. Il dialogo profondo tra di noi durante le nostre passeggiate, tutte le volte che ti sei preso cura di me e mi hai accompagnato, la disponibilità tua e di Patrizia nei miei confronti, io non potrò mai dimenticare.

Voi siete stati in Cile e avete conosciuto la mia famiglia; siete stati qui a Kimbondo e avete amato i nostri bimbi ed è triste sapere che adesso sei andato via anche se rimarrai nel cuore di noi tutti.

Io ho sofferto quando ho saputo della tua malattia e mi hai chiamato quando eri in ospedale. Ho cercato di darti coraggio e hai voluto confessarti anche se per telefono.

I nostri cammini si sono incrociati e abbiamo percorso insieme un tratto della nostra vita.

Io chiedo a ognuno di non piangere perché adesso tu sei ancora in mezzo a noi, con il tuo silenzio, con la tua riservatezza, con la tua saggezza colma di speranza e aperto sempre agli altri senza mai criticare alcuno e pronto invece a unire e mediare fra la gente, alla ricerca di soluzioni ai continui problemi.

Oggi voglio abbracciare tutta la tua famiglia grande del Sud Italia e vai a unirti al tuo papĂ  e alla tua mamma e oggi ho cominciato le mie preghiere e la Santa Messa con i ragazzi e i bambini.

Padre Hugo Rios Diaz