Gli auguri di Natale di Padre Hugo

Carissimi amici,

vorrei abbracciarvi tutti e augurarvi un sereno Natale, approfittando anche per ringraziarvi per l’accoglienza e per il vostro calore in occasione del mio ultimo viaggio in Italia.

La Pediatria ha bisogno di tutti voi anche se io non riesco a volte ad essere ed a fare quello che voi vi aspettereste. Forse anche perché la realtà della situazione e degli equilibri che rendono possibile il miracolo di Kimbondo sono molto complessi e non sono semplici da spiegare e da comprendere.

Non dovete permettere che le mie mancanze distolgano la vostra attenzione dai bambini e dai ragazzi di Kimbondo. Non dovete permettere che il senso di accoglienza della Pediatria non sia totale unito però alla protezione dei più deboli. Anche se alla luce degli ultimi eventi potrebbe sembrare una contradizione in realtà non lo è perchè con intelligenza, impegno e l’illuminazione del Signore è possibile trovare le giuste soluzioni e le stiamo lentamente trovando con il contributo di tutti voi.

In questo cammino che stiamo facendo insieme, cercando di garantire un futuro alla Pediatria, futuro che passa per la crescita e la responsabilizzazione dei congolesi, mai come in questo momento è evidente per me l’esigenza di non intervenire sulle decisioni che vengono prese, a meno di casi in cui le decisioni vanno contro l’impostazione che è stata data fin dall’inizio all’operato della Pediatria.

In questo Natale Vi chiedo di pregare per il Congo, per il popolo congolese, per la Pediatria, i suoi bambini ed i suoi ragazzi ed anche per me. Io da parte mia pregherò per tutti voi.

Buon Natale e che Dio vi benedica